ENTE DI FORMAZIONE ACCREDITATO PRESSO REGIONE LOMBARDIA - N.937 SEZIONE B | Via Mosè Bianchi 96 | 20149 Milano | Tel. 02 87367858info@scuoladimusicacluster.it

Antonio Galbiati

FORMAZIONE MUSICALE

Per alcuni la Musica è solo un contorno, per me la Musica è un pasto completo compreso caffè e conto.
Ho scoperto la mia passione quando ancora indossavo i miei pantaloni corti, avevo cinque anni e mi divertivo a trovare nella chitarra delle note che potessero formare delle armonie piacevoli. Insomma, con una diteggiatura tutta sbagliata tipica dell'autodidatta ho scoperto gli accordi. Già allora mi piaceva cantare ma anche suonare ed è sempre stato così anche quando mi sono dedicato allo studio del singolo strumento. Non mi sono mai definito pianista, chitarrista nè bassista, piuttosto un musicista che ama suonare il piano, la chitarra e il basso e soprattutto cantare. Il mettere insieme tutti questi ingredienti ha fatto si che abbia sviluppato sin da ragazzino una visione globale di come si suoni un brano e la strettissima relazione tra la parte melodica e quella armonica. Ma.... facevo tutto a orecchio, per istinto suonavo accordi di cui non conoscevo nemmeno il nome e così ho capito che, per poter fare un grande passo in avanti, avrei dovuto conoscere le "regole del gioco", altrimenti sarei rimasto uno che a volte per casualità o fortuna faceva la cosa giusta a scapito di altre in cui l'ignoranza aveva la meglio sulla mia attitudine naturale.

Iniziai quindi a studiare iscrivendomi al conservatorio di Cagliari in flauto. Amavo il flauto così come amo tutto ciò che serve a far musica, ma questo strumanto non era stata una mia scelta e poi mi metteva di fronte a due limiti: non era uno strumento armonico e non mi permetteva di cantare; di conseguenza dopo pochi anni ho preferito dedicarmi allo studio dell' armonia e nel frattempo è venuta fuori la mia vena creativa nello scrivere canzoni.
Ho cominciato a suonare nelle band in Sardegna quando avevo 14 anni e quindi frequentare tanti musicisti più esperti di me che mi hanno iniziato ad un approfondimento e anche alla stessa vita da musicista: quella fatta di prove su prove, belle serate ma anche fatta di serate in cui vorresti smettere di suonare dopo due brani, tanti cavi da arrotolare alla fine di ognuna e condivisione di momenti insieme. Insomma, quella che ai tempi si chiamava "gavetta".


Ho avuto tante occasioni nel corso dei miei quasi 50 anni di attività musicale, Ah si, sono classe 1960, quella che ha visto nascere i Beatles e Battisti, quella che suonava negli scantinati, quella che non aveva insegnanti in carne ed ossa ma centinaia di dischi dai quali imparare.
Dopo aver lasciato la Sardegna dove ormai avevo fatto tutto il fattibile ho cominciato a girare per il mondo fino a quando nel 1986 ho conosciuto una persona che sarebbe stata, parafrasando Claudio Baglioni, il mio "gancio in mezzo al cielo": era Enzo Jannacci che avendomi sentito suonare in un pianobar in Sardegna mi propose di trasferirmi a Milano per lavorare (sia in tour sia nello scrivere canzoni).

La mia vita milanese è stata la prima grande svolta professionale, fatta di tanti incontri con grandi musicisti, tante opportunità lavorative e di tante cadute che mi hanno fatto crescere molto più dei tanti traguardi raggiunti. Ho continuato a scrivere musica in maniera più assidua e consapevole proprio grazie agli insegnamenti ricevuti qua e la, ho cominciato con le canzoni ma poi sono arrivate proposte per scrivere jingles pubblicitari per la TV e poi ancora sigle per trasmissioni televisive , musiche per telenovelas, sottofondi musicali di vario genere. Nel frattempo continuavo a cantare, il che si traduceva in termini lavorativi nel cantare spot radiofonici (RMC , 101 network 102,5 e tantissime altre) e anche far parte del coro dell'orchestra di Mediaset per svariate produzioni, come "Viva Napoli" e "Mina contro Battisti". Ho scritto anche musiche per il teatro.

Nel 1997 c'è stata un'altra grande svolta nella mia vita, sia professionale che personale; a due mesi di distanza ci sono stati due eventi destinati a far cambiare tutto in meglio. Il 29 settembre 1997 ho scritto il mio primo brano pubblicato da Laura Pausini: "In assenza di te", dopo due mesi è nata la mia primogenita Martina. Nel 2000 il singolo "Piu che puoi", duetto Ramazzotti-Cher ha preceduto la nascita della mia secondogenita Petra.
La BMG publishing mi ha messo sotto contratto come autore e per i successivi 12 anni ho fatto parte di quella scuderia scrivendo tra gli altri per Josh Groban "Canto alla vita", per Neri per caso, Placido Domingo, Backstreet Boys, Hailey Westenra, Russel Watson e tanti altri.

In quegli anni, tramite la BMG, ho viaggiato tanto per scrivere con autori di tutto il mondo (Gerry Goffin, Allan Rich, Michael Jay e tantissimi altri).
Per buoni 15 anni ho fatto solo (per modo di dire) l'autore.
Ma la vita del musicista prevede anche una specializzazione in "equilibrio": così come le cose possono andar bene altrettanto possono prendere una brutta piega. Fu così che la BMG publishing fosse stata venduta alla Universal per la quale io sono stato un'eredità e quindi non direttamente "voluto" , ho lavorato con loro per qualche anno, ma con persone con le quali non si era mai creato un rapporto come quello coi vecchi compagni di viaggio della BMG, per cui dopo 5 anni il rapporto si è interrotto. Non sono mai stato favorevole alla catena di produzione quando si parla di musica e quindi nessun rimpanto.

Nella mia attività musicale ci sono stati anche degli incidenti di percorso, come la mia partecipazione come vocal coach ad Amici, una delle peggiori esperienze della mia carriera culminata infatti con il mio abbandono della trasmissione dopo soli 4 mesi.
Nel frattempo però ho iniziato la mia attività didattica reputandomi ormai maturo per poter regalare qualcosa a qualcuno che non fosse solo un "gruzzolo di nozioni" ma qualcosa di più "vissuto".
Ho costituito un coro "H'ppella" per soli cantanti disposti ad abbandonare per un po il centroplaco e diventare parte di uno strumento. Ho sempre avuto una grande passione per il canto corale e di questa mia passione si accorse il Maestro Geoff Westley, che mi volle come corista dell'orchestra di Sanremo nelle edizioni 2018 e 2019 e successivamente nel concerto con LaVerdi per il concerto in onore di Fabrizio De Andrè.

OGGI

Esattamente come sempre! Ogni mattina mi sveglio prestissimo (ma questo è per via dell'età) e suono, mi esercito, scrivo e, soprattutto, imparo! Sì, imparo le tantissime cose che ancora ho da migliorare, perchè non si smette mai di imparare e la mia curiosità vince sulla fatica.

Ah si, ho lavorato anche con Mina, Giorgia, Annalisa, Alessandra Amoroso, Emma, Claudio Baglioni, Andrea Bocelli, Dirotta su Cuba, Anna Oxa, Adriano Celentano, Anna Tatangelo, Dario Fo, Zuzzurro e Gaspare, Cristina D'Avena.

Scuola di Musica Cluster
Partecipa all'Open Day!

Cluster Music S.r.l.
via Mosè Bianchi 96, 20149 Milano
Tel. 02 87367858
Partita Iva 08543130960

Ente di formazione accreditato presso Regione Lombardia - Servizi di Istruzione e Formazione Professionale Iscrizione n.937 del 10/05/2016 – Sezione B

Privacy Policy | Cookie Policy